fbpx

photo @ Csaba Daroczi | 2021

BIOPHOTOCONTEST 2022 - la giuria

La giuria è convocata per il 22-23-24 aprile 2022 a Budoia (PN)

Maurizio Biancarelli [Italia]

Orsolya Haarberg [Norvegia]

 

Armando Maniciati [Italia]

 

Agorastos Papastanis [Grecia]

 

Ingrid Vekemans  [Belgio]

Maurizio Biancarelli [Italia]

 

Maurizio Biancarelli è fotografo naturalista professionista da molti anni, collabora con le maggiori riviste del settore italiane ed estere, come National Geographic Italia, Bell’Italia, Bell’Europa, BBC Wildlife, NaturFoto, Terre Sauvage, Terra, Meridiani Montagne, In Viaggio, Qui Touring. 

Ha pubblicato sei volumi fotografici e di cinque è autore anche dei testi. Ha inoltre contribuito con proprie immagini a molti altri libri italiani ed esteri.

Ha esposto le sue fotografie in sedi prestigiose in Europa, come nell’Europarlamento di Strasburgo e nel Centro Culturale Italiano a Bucarest, oltre che in varie capitali europee ed in Italia.

Le sue foto sono state premiate  nei maggiori concorsi internazionali come Veolia Wildlife Photographer of the Year, GDT European Wildlife Photographer of the Year. È stato membro di giuria dei concorsi internazionali  Asferico e GDT European Wildlife Photographer of the Year.

È stato invitato a partecipare con proprie proiezioni ai festival europei naturalistici più importanti in  Germania, in Belgio, in Inghilterra e in Francia, oltre che in diverse sedi in Italia. Ha fatto parte della squadra di fotografi selezionati per il grande progetto paneuropeo Wild Wonders of Europe (www.wild-wonders.com). 

Attualmente partecipa all’importante progetto nazionale L’Altroversante, interamente dedicato al paesaggio montuoso italiano (www.laltroversante.com).

É stato recentemente scelto, unico italiano, a partecipare al Media Tour Itinerary in Mongolia, insieme ad un gruppo ristretto di giornalisti provenienti da diversi paesi europei. Il viaggio, svoltosi nel giugno 2015, è stato organizzato dal Global Nature Fund e dal Mongol Ecology Centre.

Crede nello straordinario potere di comunicazione della buona fotografia ed il suo obiettivo è quello di raccontare storie di specie animali e di creare immagini emozionali che abbiano come soggetto la varietà e la complessità della natura. 

Lo scopo è quello di stimolare interesse per la bellezza, l’importanza e la fragilità del mondo naturale.

 

Orsolya Haarberg [Norvegia]

 

«La grandezza dei paesaggi mi ha sempre affascinato. Scene aperte, dove montagne e mare incontrano il cielo all’orizzonte sono i luoghi dove amo stare, alla ricerca di temi da fotografare. Cerco l’insolito nella natura di tutti i giorni. Cerco il dettaglio non convenzionale o il momento di luce inaspettato che aggiunge atmosfera, dramma o magia a un paesaggio. Cerco di rivelare un livello di armonia all’interno del caos, creare immagini che colpiscano il mio animo e scopro soggetti che hanno il potenziale per creare connessioni e interpretazioni tra le mie immagini e l’osservatore».

 

Orsolya è una fotografa pluripremiata. I suoi successi includono numerose mostre internazionali e la pubblicazione di tre storie negli Stati Uniti e nelle edizioni internazionali della rivista National Geographic. Ha pubblicato tre libri da tavolino con fotografie dall’Islanda, dalla Lapponia e in particolare dall’area lapponica del sito Patrimonio dell’Umanità in Svezia.

Orsolya è di origine ungherese ed è un architetto paesaggista di formazione. Ha trasformato la sua passione per la fotografia in una professione quando si è trasferita in Norvegia nel 2005. Dopo un lungo periodo in cui si è concentrata quasi esclusivamente sulla fotografia durante i viaggi, si è recentemente stabilita a Vågå e ha aperto la  Fjellheimen Galleri nel 2020. 

Armando Maniciati [Italia]

 

Nato a Padova nel 1958 dove vive e lavora come geometra, fotografa da oltre 30 anni ma la sua passione per la natura è venuta molto prima. Fin da bambino era affascinato dai documentari sulla natura, collezionava farfalle, coleotteri, uccelli e piccoli animali che lui stesso imbalsamava. Quando più tardi ha abbandonato il collezionismo, ha trovato nella fotografia il mezzo per rimanere in contatto con la sua grande passione.

Vice presidente dell’A.F.N.I., è stato per 10 anni co-direttore della rivista Asferico, ed è inoltre responsabile e curatore dalla prima edizione nel 2007, del concorso internazionale di fotografia naturalistica “Asferico”.

Autore di tre libri fotografici e coautore di altrettanti, le sue immagini sono state pubblicate su libri, calendari e riviste, sia in Italia che all’estero; ha inoltre realizzato alcune mostre fotografiche collettive e personali. Negli anni ha ottenuto segnalazioni e riconoscimenti in alcuni concorsi internazionali, quali: il “Wildlife Photographer of the Year”, “Memorial Maria Luisa”, “GDT European Wildlife Photographer of the Year”, “Glanzlichter”, “International Wildbird Photographer of the Year”, “Nature’s Best”, “International Garden Photographer of the Year” e molti altri.

Agorastos Papatsanis [Grecia]

 

Agorastos è fotografo naturalista che vive a Salonicco (Grecia settentrionale).

Ha vinto numerosi premi. Il primo grande momento della sua carriera è sicuramente il premio ricevuto al più importante concorso naturalistico “Wildlife Photographer of the Year 2013” nella categoria Visione Creativa con foto di funghi. Un’esperienza unica che si è ripetuta anche nel 2016.

Altri grandi momenti sono stati anche i premi nei concorsi “European Nature Photographer of the Year”, Siena, MML, Asferico, Big Picture, MontPhoto, Oasis e alcune sue collaborazioni con il National Geographic.

 

Per Agorastos, ogni clic immortala un momento che è passato ma ha sempre una storia da raccontare e ogni fotografo deve farlo seguendo il proprio percorso fotografico, con la propria personalità e carattere.

Si deve uscire dalla propria zona di confort per vivere momenti magici, per esplorare l’ignoto. Senza rischi, non c’è progresso.

La fotografia naturalistica è il mezzo per presentare la bellezza della natura, la sua importanza e l’urgenza di proteggerla. Tutto in natura è “sinfonia” senza bisogno che noi le aggiungiamo nulla! È amichevole, attraente e potente.

Essa ci invita a farne parte.

Ingrid Vekemans [Belgio]

 

Ingrid è una fotografa ispiratrice e creativa che è sempre stata affascinata dall’Africa ancor prima di metterci piede per la prima volta nel 1994. 

L’Africa e la sua fauna selvatica sono la sua più grande passione, ma si è anche avvicinata alla fotografia di soggetti come il paesaggio, la foresta e il mondo macro che ritrae nella sua base in Belgio.

Le sue incredibili opere d’arte sono state premiate più volte a livello internazionale. 

Tutte le foto di Ingrid provengono direttamente dalla fotocamera e nessun elemento viene aggiunto o rimosso, il che rende le sue foto ancora più magnifiche. 

Ingrid scrive per riviste fotografiche, organizza workshop e guida safari fotografici in Africa.

La giuria è convocata per il 22-23-24 aprile 2022 a Budoia (PN). Se non sarà possibile incontrarsi di persona, i lavori si svolgeranno  tramite un incontro online.

PREMI

Il concorso prevede l’assegnazione di un premio per il vincitore assoluto e 6 premi per le prime immagini di ogni categoria, che la giuria ha valutato come le più meritevoli per bellezza e contenuto naturalistico, tra le 72 immagini arrivate in finale.

Primo Assoluto

Il valore totale del premio è di € 4000,00:

  • € 2000,00 in denaro
  • € 2000,00 in attrezzatura fotografica

Premio di categoria

Il valore totale del premio è di € 750,00:

  • € 750,00 in attrezzatura fotografica

Il premio in denaro del vincitore assoluto, è comprensivo delle spese viaggio per la partecipazione alla cerimonia di premiazione. Qualora il vincitore fosse impossibilitato a partecipare alla cerimonia di premiazione, il premio sarà decurtato di € 500,00.

Finalisti

A tutti i finalisti sarà consegnato il catalogo fotografico.

error: Content is protected !!